Percorso Kneipp in Alto Adige

A Villabassa è presente il primo villaggio Kneipp für mich® in Italia

Nel grande parco Raiffeisen Kneipp für mich® a Villabassa potrete dedicarvi alla cura e al percorso Kneipp, occupandovi del vostro corpo in modo dinamico, delicato e piacevole, percependo la forza dell’acqua, mangiando in maniera sana, studiando le erbe curative e riscoprendo vecchie ricette. Tutto questo lo trovate negli alberghi certificati Kneipp für mich®, sempre in piacevole compagnia.
L’impianto inalatorio all’aperto e il padiglione dell’acqua sono stati costruiti grazie cofinanziamento Europeo sovvenzioni per lo sviluppo regionale EFRE, Interreg IV Italia Autria, Progetto “Kneipp Alp“ n. 2301.


Corsi di studio, per tutto l’anno, sul metodo di Sebastian Kneipp 
Kneipp für mich® - trattamenti nel Kurpark di Villabassa:
Il bagno alle braccia
Il bagno alle braccia
Immergere entrambi gli avanbraccia nell’acqua, fino a metà della parte superiore del braccio.
ulteriori informazioni
Rimanere così finché non si percepisce una reazione (formicolio, lieve arrossamento della pelle). Non asciugare. Togliere l’acqua con le mani e muoversi per riscaldarsi. Il bagno freddo alle braccia è molto rinfrescante e stimola la circolazione, con effetto calmante nei soggetti che soffrono di tachicardia.
Bagno facciale
Bagno facciale
Immergere il viso nella vasca, possibilmente lasciando aperti gli occhi. Dopo alcuni secondi alzare il viso e togliere l’acqua con le mani.
ulteriori informazioni
Il bagno facciale risulta molto rinfrescante e determina una buona irrorazione sanguigna della pelle. Si tratta di un autentico bagno di bellezza. Riduce la predisposizione al catarro, rinforza e tempra il corpo.
Camminare nell’acqua
Camminare nell’acqua
È indispensabile avere gambe e piedi caldi alla partenza. Sarebbe meglio eseguire gli esercizi lontano dai pasti.
ulteriori informazioni
Eseguire il passo della cicogna camminando in avanti, sollevando alternativamente le gambe dall’acqua. La durata dell’esercizio dipende dalle reazioni: terminare l’esercizio appena si avverte una forte sensazione di freddo e di formicolio. Dopo aver camminato nell’acqua, non asciugarsi, bensì togliere l’acqua con movimenti delicati cercando di riscaldarsi nel più breve tempo possibile. Molto rinfrescante, è un metodo molto valido per temprare il corpo, inoltre è molto indicato per chi ha problemi di vene varicose.
Padiglione dell’acqua
Padiglione dell’acqua
L’acqua è sempre stata vista dai popoli, differenti per cultura e religioni, come una benedizione del cielo e le attribuivano un potere di fertilità e di distruzione.
ulteriori informazioni
L'acqua è portatrice di vita, rappresenta una condizione superiore e mistica che si ritrova anche nel parco del benessere Kneipp für mich®, nel “Kurpark”, dove è sorto un nuovo padiglione dell’acqua, che è alimentato dalla più nota delle sorgenti del nostro comune: quella di Pian di Maia. Si tratta di acqua oligominerale con effetti benefici per disturbi della digestione, del metabolismo, dolori al basso ventre e per fastidi respiratori.
Da uno dei più vecchi trattati medici del 1675 risulta che l’acqua contiene nitrato di potassio, vitriolo e una sostanza d’oro stratificata. L’acqua contiene solo una piccolissima parte di sostanze minerali. Dato che lo scarico è minimo, la fontana viene alimentata anche da quelle sorgenti che ormai da anni vengono usate presso l’impianto Kneipp. Da una delle fontane l’acqua scorre su di un cristallo di roccia della Pusteria che rafforza di molto la vivacità dell’acqua.
Camminare sulla rugiada
Camminare sulla rugiada
Oltre alle varie erbe medicamentose, nel prato naturale cresce soprattutto l’alchemilla. Le foglie sono piegate come una ciotola e al mattino nel loro centro si trova una perla di rugiada, lucida come un cristallo.
ulteriori informazioni
Camminate sulla rugiada fresca a piedi nudi per un tempo che va dai due ai cinque minuti. Subito dopo indossate dei calzini caldi e cercate di riscaldarvi muovendovi. La terapia è indicata per disturbi della circolazione, mal di testa, pressione alta e vene varicose.
Impacchi d’argilla
Impacchi d’argilla
L’argilla impedisce e ritarda le infiammazioni ed ha un alto potere di assorbimento delle sostanze tossiche e inquinanti.
ulteriori informazioni
Mettendola sulle parti da curare si attiva la circolazione, si rinforzano i tessuti e spinge le sostanze tossiche nei substrati della pelle per essere eliminate per mezzo del sistema vascolare. Modalità d’impiego: spalmare ca. un dito d’argilla sulla pelle. Lasciare l’impacco sulla pelle fin quando diventa caldo e si indurisce, solitamente da ½ ad un’ora. Dopodiché sciacquare.
Campi d’impiego: cellulite, impurità della pelle, infiammazioni delle vene, infiammazioni delle articolazioni, infiammazione della guaina tendinea.
Percorso a piedi nudi
Sebastian Kneipp
Percorso a piedi nudi Sebastian Kneipp
Kneipp dava molta importanza al camminare a piedi nudi. Toglietevi le scarpe e camminate a piedi nudi, lentamente, passo dopo passo, lungo i diversi tracciati del percorso.
ulteriori informazioni
Camminare a piedi nudi rafforza la muscolatura del piede. La sensazione “dolorante – benefica“ ai piedi stimola la circolazione e rinforza gli organi.
Impianto inalatorio all’aperto
Impianto inalatorio all’aperto
L’impianto inalatorio all’aperto è il primo nel suo genere in Alto Adige e in Italia. La soluzione salina, in una concentrazione di 7/11%, scorre sopra i pini mugo e le fascine di prugnolo e ne raccoglie gli olii essenziali.
ulteriori informazioni
L’aria nelle vicinanze dell’impianto di graduazione è arricchita di sale e crea, in questo modo, una “ventata di aria di mare” in montagna. Questo comporta dei miglioramenti simili a quelli provocati dall’aria di mare nei soggetti allergici ai pollini o per chi soffre d’asma. Respirare quest’aria salina non solo è un valido aiuto per la secrezione del muco, ma ha anche effetti lenitivi, antiinfiammatori e preventivi in caso di bronchiti croniche e sinusiti. A questa miracolosa medicina naturale, inoltre, sono attribuite anche altre proprietà: è molto efficace in periodi d’affaticamento e determina effetti benefici in caso di angiopatie. Trasmette, inoltre, una sensazione di pace e rilassamento influendo in maniere benefica sul sistema nervoso vegetativo. Tanti medici e terapeuti consigliano, pertanto, un soggiorno prolungato al mare o in luoghi di cura con impianti di graduazione.
Per ottenere un risultato ottimale si consiglia di visitare l’inalatorio all’aperto più volte la settimana e rimanerci per ca. 30 minuti ogni volta.